Battesimo del Signore

 

Il Battesimo del Signore viene ricordato, secondo la comune tradizione della Chiesa d’Oriente e d’Occidente, nella solennità dell’Epifania ed è richiamato in modo particolare, sia per il rito ambrosiano che per quello romano, la prima domenica dopo il 6 gennaio; conclude il tempo liturgico del Natale e apre il Tempo dopo l’Epifania.
Nella chiesa ortodossa viene commemorato nella notte tra il 18 e il 19 gennaio.

La voce dal cielo e la presenza dello Spirito concorrono a questa nuova manifestazione del Signore e la liturgia ci invita a partecipare alla sua vita di Figlio di Dio: «Uno solo discese nell’acqua, perché tutti ascendessimo in cielo; uno solo prese su di sé i peccati di tutti, perché in lui fossero mondati i peccati di tutti» (Sant’Ambrogio).

 

L’episodio del Battesimo di Gesù è narrato nel Vangelo di Marco (1,9-11), di Matteo (3,13-17) e Luca (3,21-22) mentre il Vangelo di Giovanni presenta la testimonianza da parte di Giovanni Battista della discesa sullo Spirito Santo su Gesù ma non parla del suo battesimo.

 

L’evento storico raccontato dai Vangeli si svolse nell’anno XV del regno di Tiberio (cioè tra il 28 e il 29, oppure tra il 27 e il 28 d.C.): Giovanni Battista, giunto nel deserto meridionale di Giuda, nei pressi del Mar Morto, dove confluisce il fiume Giordano, predicava l’avvento del Regno di Dio, esortando alla conversione e amministrando un battesimo di pentimento per il perdono dei peccati.
Il Battesimo consisteva nell’immersione nell’acqua del fiume, secondo quanto profetizzava Ezechiele: “Le nazioni sapranno che io sono il Signore, quando mostrerò la mia santità in voi davanti a loro. Vi prenderò dalle genti, vi radunerò da ogni terra e vi condurrò sul vostro suolo. Vi aspergerò con acqua e sarete purificati; io vi purificherò da tutte le vostre sozzure e da tutti i vostri idoli”.

Poiché si mormorava che Giovanni fosse il Messia, egli diceva: “Io vi battezzo con acqua; ma viene uno che è più forte di me, al quale io non sono degno di sciogliere neppure il legaccio dei sandali; costui vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco…”.
Tra i penitenti alla ricerca della salvezza dell’anima c’era anche Gesù: con la sua presenza l’atto non sarà più di sola purificazione, ma diventerà la venuta in ognuno dello Spirito di Dio e rappresenterà la riconciliazione divina con il genere umano, dopo il peccato originale.

Giovanni riconosciutolo, si ritrasse dicendo: “Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?” e Gesù rispose: “Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia”. Allora Giovanni lo battezzò; appena uscito dall’acqua, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed una voce dal cielo disse: “Questo è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto” (Mt 3, 13-17).
Gesù pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano e si ritirò nel deserto per quaranta giorni in meditazione, prima di iniziare la sua vita pubblica, in Galilea.

I Padri della Chiesa dicevano che Gesù scendendo nelle acque del Giordano, ha idealmente santificato le acque di tutti i Battisteri; dal più semplice e moderno, posto all’ingresso delle chiese, a quelli che si innalzano a gloria imperitura del Sacramento e dell’arte, vicino alle grandi cattedrali dei secoli scorsi. Gesù stesso nel Vangelo di Marco (16,16) dice: “Chi crederà e sarà battezzato, sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato”.

 

 

VANGELI

Vangelo secondo Marco 1, 9-11
Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nàzaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E subito, uscendo dall’acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: “Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento”.

Vangelo secondo Matteo 3, 13-17
Allora Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: “Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?”. Ma Gesù gli rispose: “Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia”. Allora egli lo lasciò fare. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: “Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento”.

Vangelo secondo Luca 3, 21-22
Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: “Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento”.

 

 

CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

Nel Catechismo della Chiesa Cattolica si fa riferimento al Battesimo di Cristo ai numero 1223, 1224 e 1225:

Il battesimo di Cristo

1223 Tutte le prefigurazioni dell’Antica Alleanza trovano la loro realizzazione in Gesù Cristo. Egli dà inizio alla sua vita pubblica dopo essersi fatto battezzare da san Giovanni Battista nel Giordano16 e, dopo la sua risurrezione, affida agli Apostoli questa missione: «Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato» (Mt 28,19-20).17

1224 Nostro Signore si è volontariamente sottoposto al battesimo di san Giovanni, destinato ai peccatori, per compiere ogni giustizia.18 Questo gesto di Gesù è una manifestazione del suo «annientamento».19 Lo Spirito che si librava sulle acque della prima creazione, scende ora su Cristo, come preludio della nuova creazione, e il Padre manifesta Gesù come il suo Figlio prediletto.20

1225 È con la sua pasqua che Cristo ha aperto a tutti gli uomini le fonti del Battesimo. Egli, infatti, aveva già parlato della passione, che avrebbe subìto a Gerusalemme, come di un «battesimo» con il quale doveva essere battezzato.21 Il sangue e l’acqua sgorgati dal fianco trafitto di Gesù crocifisso22 sono segni del Battesimo e dell’Eucaristia, sacramenti della vita nuova:23 da quel momento è possibile nascere «dall’acqua e dallo Spirito» per entrare nel regno dei cieli (Gv 3,5).

«Considera, quando sei battezzato, donde viene il Battesimo, se non dalla croce di Cristo, dalla morte di Cristo. Tutto il mistero sta nel fatto che egli ha patito per te. In lui tu sei redento, in lui tu sei salvato».24

(16) Cf Mt 3,13.
(17) Cf Mc 16,15-16.
(18) Cf Mt 3,15.
(19) Cf Fil 2,7.
(20) Cf Mt 3,16-17.
(21) Cf Mc 10,38; Lc 12,50.
(22) Cf Gv 19,34.
(23) Cf 1 Gv 5,6-8.
(24) Sant’Ambrogio, De sacramentis, 2, 2, 6: CSEL 73, 27-28 (PL 16, 425-426).

 

 

Bibliografia:
Bibbia
Foglietto “Celebriamo la Messa” ed. Ancora del 7/01/2018

Sitografia:
http://www.famigliacristiana.it/articolo/battesimo-di-gesu-guida-alla-festa-che-chiude-il-tempo-di-natale.aspx
http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p2s2c1a1_it.htm

 

 

 



Battesimo di Gesù
miniatura, fine X secolo
Menologio di Basilio II, redatto a Bisanzio, conservato nella Biblioteca Apostolica Vaticana

fonte immagine:
https://i1.wp.com/schola-sainte-cecile.com/wp-content/2015/01/F%C3%AAte-de-la-Th%C3%A9ophanie-bapt%C3%A8me-du-Christ-au-Jourdain05.jpg?ssl=1

informazioni sul Menologio:
http://it.cathopedia.org/wiki/Menologion_Basil_II

 

 


Battesimo di Gesù
tempera su tavola, XIII secolo
Monastero di Santa Caterina del Sinai, Egitto

fonte immagine:
http://www.pravklin.ru/publ/ikonografija_kreshhenija/9-1-0-2073

 



Battesimo di Gesù
mosaico, XIV secolo
Battistero della Basilica di San Marco, Venezia

fonte immagine:
http://es.radiovaticana.va/news/2016/06/16/tambi%C3%A9n_la_enfermedad,_el_sufrimiento_y_la_muerte_estan_cont/1237840

informazioni sul Battistero (si consiglia di aprirlo da pc e non da cellulare perché è un file):
http://www.bollettinodarte.beniculturali.it/opencms/multimedia/BollettinoArteIt/documents/1437550663475_05_-_Tozzi_418.pdf

 

 


Battesimo di Gesù
pannello del soffitto dipinto, XII secolo
Chiesa di san Martino, Zillis, Svizzera

fonte immagine:
http://catechese.free.fr/Im/Bapteme11.jpg

informazioni sulla chiesa:
https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_di_San_Martino_(Zillis-Reischen)

 

 

     
Battesimo di Gesù
tempera su tavola, seconda metà del XII secolo
una delle scene della tavola (49,5×38,5 cm) composta da Battesimo di Gesù, Pentecoste e Dormizione di Maria
Monastero di Santa Caterina del Sinai, Egitto

fonte immagini:
https://i2.wp.com/schola-sainte-cecile.com/wp-content/2015/01/F%C3%AAte-de-la-Th%C3%A9ophanie-bapt%C3%A8me-du-Christ-au-Jourdain-tryptique-de-Sainte-Catherine-du-Sina%C3%AF-XII%C3%A8me-si%C3%A8cle.jpg?ssl=1
http://www.icon-art.info/masterpiece.php?lng=en&mst_id=1224

 

 

    
Battesimo di Gesù
mosaico, XI secolo
Monastero di Ossios Loukas o Hosios Loukas, Grecia

fonte immagini:
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Hosios_Loukas_Katholikon_(nave,_South-West_squinch)_-_Baptism_04.jpg
http://aquaviva.ru/upload/iblock/efa/kreshchenie-gospodne.-monastyr-sv.-luki.-mozaika.-xi-vek.jpg

informazioni sul monastero:
https://it.wikipedia.org/wiki/Monastero_di_Ossios_Loukas

 

 


Battesimo di Gesù
miniatura
E’ presente in molti siti, ma non ho trovato informazioni: a me pare del Monte Athos… spero che qualcuno mi sappia dare indicazioni.

fonte immagine:
https://i0.wp.com/schola-sainte-cecile.com/wp-content/2015/01/F%C3%AAte-de-la-Th%C3%A9ophanie-bapt%C3%A8me-du-Christ-au-Jourdain04.jpg?ssl=1

 



Battesimo di Gesù
miniatura, XI secolo
evangeliario del Monastero di Iverion, Monte Athos

fonte immagine:
https://i2.wp.com/schola-sainte-cecile.com/wp-content/2015/01/F%C3%AAte-de-la-Th%C3%A9ophanie-bapt%C3%A8me-du-Christ-au-Jourdain.jpg?ssl=1

 

 


Battesimo di Gesù
affresco, fine XV – inizio XVI secolo
autore Francesco Cagnola
Chiesa della Santissima Trinità, Momo, Novara

fonte immagine:
https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_della_Santissima_Trinit%C3%A0_(Momo)#/media/File:Momo_Chiesa_SS_Trinit%C3%A0_Battesimo.jpg

informazioni sulla chiesetta:
https://it.wikipedia.org/wiki/Chiesa_della_Santissima_Trinit%C3%A0_(Momo)

 

 


Battesimo di Gesù,
tempera su tavola, XXI secolo
autori Giovanni Raffa e Laura Renzi
Oratorio di Stanco, frazione di Grizzana Morandi, Bologna

fonte immagine e informazioni:
https://www.youtube.com/watch?v=zxMR-iD39ao

 

2 commenti a Battesimo del Signore

Per commentare:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *