Video Avvento e S. Natale 2016

Quest’anno ho pensato di leggere le Letture di ogni giornata dell’Avvento, scegliere un brano e abbinargli un’immagine.
Ho poi deciso di creare un video con tutte le immagini e i brani abbreviati: per vedere il video potete cliccare qui:
https://youtu.be/iRgMyu9rRDg

L’Avvento del rito ambrosiano dura 6 settimane: la prima domenica d’Avvento è la prima domenica dopo San Martino. Ci sono quindi 6 domeniche d’Avvento.

 

Prima domenica d’Avvento – Domenica 13 novembre

Allora comparirà in cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i suoi angeli, con una grande tromba, ed essi raduneranno i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli.
Mt 24, 30-31

 

01_01_1settdomenica_raffa-giovannirenzi-laura-oratorio-di-stanco-particolare-arcangelo-gabriele-20072013-stanco-fraz-di-grizzana-morandi-bo

Arcangelo Gabriele
di Giovanni Raffa e Laura Renzi
Oratorio di Stanco, frazione di Grizzana Morandi (BO)

 

Prima settimana d’Avvento – Lunedì 14 novembre

Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. La sua fama si diffuse per tutta la Siria e conducevano a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì.
Mt 4, 23-24

 

01_02_guarigione-paralitico

Gesù guarisce gli infermi
mosaico, XII secolo
Cattedrale di Santa Maria Nuova – Duomo di Monreale (PA)

 

Prima settimana d’Avvento – Martedì 15 novembre

Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.
Mt 7, 21

 

01_03_mausoleo_di_galla_placidia_cielo_stellato_cupola

Croce d’oro in cielo stellato con il tetramorfo
mosaico, V secolo
Cupola Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

 

Prima settimana d’Avvento – Mercoledì 16 novembre

Udito questo, disse: “Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori”.
Mt 9, 12-13

 

01_04_caravaggio-vocazione-di-san-matteo

Vocazione di san Matteo
di Michelangelo Merisi da Caravaggio
Olio su tela, 1599-1600
Chiesa di San Luigi dei Francesi, Roma

 

Prima settimana d’Avvento – Giovedì 17 novembre

Non abbandonare ai rapaci la vita della tua tortora,
non dimenticare per sempre la vita dei tuoi poveri.
Salmo 73 (74), 19

 

01_05_ciciu1

Tortora, fonte Wikipedia

 

Prima settimana d’Avvento – Venerdì 18 novembre

Distogli lo sguardo dai miei peccati,
crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito saldo.
Salmo 50 (51), 11-12

 

01_06_index

Nuvola a forma di cuore – immagine da internet

 

Prima settimana d’Avvento – Sabato 19 novembre

L’anima mia è rivolta al Signore
più che le sentinelle all’aurora.

Più che le sentinelle l’aurora,
Israele attenda il Signore,
perché con il Signore è la misericordia
e grande è con lui la redenzione.

Salmo 129 (130), 6-7
F/Wv1.80

Aurora – immagine da internet

 

Seconda domenica d’Avvento – Domenica 20 novembre

Varcate le sue porte con inni di grazie,
i suoi atri con canti di lode,
lodatelo, benedite il suo nome;

perché buono è il Signore,
il suo amore è per sempre,
la sua fedeltà di generazione in generazione.

Salmo 99 (100), 4-5

 

01_08_rtx1xou3_1619970

8 dicembre 2015 – inaugurazione del Giubileo della Misericordia: papa Francesco apre la Porta Santa della Basilica di San Pietro.

 

Seconda settimana d’Avvento – Lunedì 21 novembre

È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e dicono: “Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori”. Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».
Mt 11, 18-19

 

01_09_ultima-cena-gesu

Moltiplicazione dei pani – Ultima cena
avorio scolpito, XI-XII secolo.
Museo Diocesano Salerno

 

Seconda settimana d’Avvento – Martedì 22 novembre

Hai mutato il mio lamento in danza,
mi hai tolto l’abito di sacco,
mi hai rivestito di gioia,

perché ti canti il mio cuore, senza tacere;
Signore, mio Dio, ti renderò grazie per sempre.

Salmo 29 (30), 12-13

 

01_10_13151811_1349641558396135_7092766389417433182_n

Concerto del Coro Voices From Heaven per gli ospiti della Casa di Riposo

 

Seconda settimana d’Avvento – Mercoledì 23 novembre

E danzando canteranno:
«Sono in te tutte le mie sorgenti».
Salmo 86 (87), 7

 

01_11_3-1419577112

Sorgente
Immagine presa da qui:
http://www.movingitalia.it/italia/immagini/categoria.php?cat=cascate&p=5

 

Seconda settimana d’Avvento – Giovedì 24 novembre

Mostrami, Signore, la tua via,
perché nella tua verità io cammini;
tieni unito il mio cuore,
perché tema il tuo nome.
Salmo 85 (86), 11

 

01_12_2006-08-13-068-gita-brussa-paesaggio

Brussa, frazione di Caorle – foto di Lorenza P.

 

Seconda settimana d’Avvento – Venerdì 25 novembre

Il mio cuore ripete il tuo invito:
“Cercate il mio volto!”.
Il tuo volto, Signore, io cerco.
Salmo 26 (27), 8

 

01_13_001b_pantocratore_12910779_1083962034957367_1968904777_n

Volto di Gesù
affresco, seconda metà del IV secolo
Catacombe di Commodilla, Roma

 

Seconda settimana d’Avvento – Sabato 26 novembre

Perciò doveva rendersi in tutto simile ai fratelli, per diventare un sommo sacerdote misericordioso e degno di fede nelle cose che riguardano Dio, allo scopo di espiare i peccati del popolo.
Lettera agli Ebrei 2,17

 

01_14_imagopietatis_0019_%d0%bd%d0%b5_%d1%80%d1%8b%d0%b4%d0%b0%d0%b9_%d0%bc%d0%b5%d0%bd%d0%b5_%d0%bc%d0%b0%d1%82%d0%b8

Prima immagine in Russia di Cristo nel Sepolcro
Chiesa della Trasfigurazione, Kovalyovo, Novgorod Oblast, Russia.

La chiesa è stata costruita intorno al 1345, gli affreschi sono stati dipinti intorno al 1380.
http://en.wikipedia.org/wiki/Transfiguration_Church_in_Kovalyovo

 

Terza Domenica d’Avvento – Domenica 27 novembre

Egli è colui del quale sta scritto:
Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero,
davanti a te egli preparerà la tua via .
Mt 11, 10

 

01_15_sangiovannibattista_019_da0f6_ab3be44c_orig

San Giovanni Battista
XV secolo
affresco staccato; 75 x 48 cm

Immagine presa da qui: http://j-j-j.livejournal.com/341793.html

Ulteriori info qui:
http://www.museomodo.it/it/collezione_palazzi_papali_pianoterra_galleria_degli_affreschi.html#.WDoFcFy7HwM

 

Terza settimana d’Avvento – Lunedì 28 novembre

I miei giorni declinano come ombra
e io come erba inaridisco.
Ma tu, Signore, rimani in eterno,
il tuo ricordo di generazione in generazione.
Salmo 101(102), 12-13

 

01_16_2014-04-26-18-55-51

Laguna veneta, aprile 2014 – foto di Lorenza P.

 

Terza settimana d’Avvento – Martedì 29 novembre

Come è tenero un padre verso i figli,
così il Signore è tenero verso quelli che lo temono,
perché egli sa bene di che siamo plasmati,
ricorda che noi siamo polvere.
Salmo 102(103), 13-14

 

01_17_652px-aquileia_buon_pastore_pavimento_della_basilica_1a_meta_del_iv_secolo

Buon Pastore
Particolare del mosaico pavimentale della Basilica di Aquileia, IV secolo

Immagine presa da qui:

The mosaics in Aquileia’s Basilica of Santa Maria Assunta

Alcune info qui:
http://kidslink.bo.cnr.it/irrsaeer/arte/rav1/pastaqui.html

 

Terza settimana d’Avvento – Mercoledì 30 novembre

I cieli narrano la gloria di Dio,
l’opera delle sue mani annuncia il firmamento.
Il giorno al giorno ne affida il racconto
e la notte alla notte ne trasmette notizia.
Salmo 18(19), 2-3

 

01_18_byzantinischer_maler_des_7-_jahrhunderts_002

Angelo annunciante
Santa Maria Antiqua, Roma.

Immagine presa da qui:
http://en.academic.ru/pictures/enwiki/66/Byzantinischer_Maler_des_7._Jahrhunderts_002.jpg

 

Terza settimana d’Avvento – Giovedì 1 dicembre

Ecco il seme della pace:
la vite produrrà il suo frutto,
la terra darà i suoi prodotti,
i cieli daranno la rugiada:
darò tutto ciò al resto di questo popolo.
Zaccaria 8,12

 

01_19_roma_san_clemente_abside_mosaico_dettaglio4

Albero della vita
abside della Basilica San Clemente, Roma

Immagine presa da qui:
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Roma_San_Clemente_Abside_Mosaico_Dettaglio4.JPG

 

Terza settimana d’Avvento – Venerdì 2 dicembre

Così dice il Signore degli eserciti: In quei giorni, dieci uomini di tutte le lingue delle nazioni afferreranno un Giudeo per il lembo del mantello e gli diranno: “Vogliamo venire con voi, perché abbiamo udito che Dio è con voi”.
Zaccaria 8, 23

Metto l’immagine dell’Emorroissa perché mi è venuta in mente per il gesto di afferrare/toccare il mantello di un Giudeo… 🙂

 

01_20_001_emorroissa_640px-healing_of_a_bleeding_women_marcellinus-peter-catacomb

Gesù con l’Emorroissa
affresco del IV secolo
Catacombe dei Santi Marcellino e Pietro

 

Terza settimana d’Avvento – Sabato 3 dicembre

Amore e verità s’incontreranno,
giustizia e pace si baceranno.
Verità germoglierà dalla terra
e giustizia si affaccerà dal cielo.
Salmo 84 (85), 11-12

 

01_21_index

Germoglio, immagine presa da internet

 

Quarta domenica d’Avvento – Domenica 4 dicembre

I discepoli andarono e fecero quello che aveva ordinato loro Gesù: condussero l’asina e il puledro, misero su di essi i mantelli ed egli vi si pose a sedere. La folla, numerosissima, stese i propri mantelli sulla strada, mentre altri tagliavano rami dagli alberi e li stendevano sulla strada. La folla che lo precedeva e quella che lo seguiva, gridava:

“Osanna al figlio di Davide!
Benedetto colui che viene nel nome del Signore!
Osanna nel più alto dei cieli!”.

Mt 1, 6-9

 

01_22_ingressogerusalemme

Ingresso a Gerusalemme
mosaico XI secolo
Monastero di Dafni

 

Quarta settimana d’Avvento – Lunedì 5 dicembre

In quel tempo. Un tale si avvicinò e disse al Signore Gesù: «Maestro, che cosa devo fare di buono per avere la vita eterna?». Gli rispose: «Perché mi interroghi su ciò che è buono? Buono è uno solo. Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti». Gli chiese: «Quali?». Gesù rispose: «Non ucciderai, non commetterai adulterio, non ruberai, non testimonierai il falso, onora il padre e la madre e amerai il prossimo tuo come te stesso». Il giovane gli disse: «Tutte queste cose le ho osservate; che altro mi manca?». Gli disse Gesù: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; e vieni! Seguimi!». Udita questa parola, il giovane se ne andò, triste; possedeva infatti molte ricchezze.
Mt 19, 16-22

 

01_23_j2556g_330_jesusrichyoungruler

Gesù e il giovane ricco
miniatura armena XI secolo

Immagine presa da qui:
http://ip2moral.blog.hu/2015/12/02/a_gazdag_ifju

 

Quarta settimana d’Avvento – Martedì 6 dicembre

Il Signore ha formato la terra con la sua potenza,
ha fissato il mondo con la sua sapienza,
con la sua intelligenza ha dispiegato i cieli.

Al rombo della sua voce rumoreggiano le acque nel cielo.
Fa salire le nubi dall’estremità della terra,
produce le folgori per la pioggia,
dalle sue riserve libera il vento.

Geremia 10, 12-13

 

01_24_sanmarco_totale-restaurato

Cupolino della Genesi
mosaico XIII secolo
Basilica di san Marco, Venezia

Informazioni sul restauro del mosaico:
https://dl.dropboxusercontent.com/u/54198281/POWERPOINT%20ON%20LINE%20PILLOLE/10%20mosaico%2C%20san%20marco%20a%20venezia.pdf

 

7 dicembre – Ordinazione di sant’Ambrogio – Solennità
vescovo e dottore della Chiesa, patrono della Santa Chiesa Ambrosiana e della Città di Milano

Ecco il sommo sacerdote,
che nella sua vita piacque al Signore.
Fu trovato perfetto e giusto,
al tempo dell’ira fu segno di riconciliazione.
Nessuno fu trovato simile a lui nella gloria.
Egli custodì la legge dell’Altissimo.
Per questo Dio gli promise con giuramento
di innalzare la sua discendenza.
Dio fece posare sul suo capo
la benedizione di tutti gli uomini e la sua alleanza;
lo confermò nelle sue benedizioni.
Lo glorificò davanti ai re.
Sopra il turbante gli pose una corona d’oro.
Stabilì con lui un’alleanza perenne
e lo fece sacerdote per il popolo.
Lo onorò con splendidi ornamenti
e gli fece indossare una veste di gloria,
esercitare il sacerdozio
e benedire il popolo nel Suo nome.
Lo scelse fra tutti i viventi
perché offrisse sacrifici al Signore,
incenso e profumo come memoriale.

Siracide 50, 1a-b(cfr.); 44, 16a. 17ab. 19b-20a. 21a. 21d. 23a-c; 45, 3b. 12a. 7. 15e-16c

 

01_25a_chasuble-de-saint-ambroise-a-milan-320x883_b

Il ritratto più antico di sant’Ambrogio
mosaico V secolo
Sacello di San Vittore in Ciel d’Oro, Basilica di Sant’Ambrogio, Milano

Informazioni sul Sacello di San Vittore in Ciel d’Oro:
https://it.wikipedia.org/wiki/Sacello_di_San_Vittore_in_ciel_d%27oro

 

Quarta settimana d’Avvento – Mercoledì 7 dicembre

Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, così come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore. E ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare. Ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge, un solo pastore.
Giovanni 10, 14-16

 

01_25b_1-catacomba-di-callisto-cripta-del-buon-pastore

Buon Pastore
Catacombe di Callisto, Roma

 

Quarta settimana d’Avvento – Giovedì 8 dicembre – solennità Immacolata Concezione della beata Vergine Maria

L’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
Luca 1, 26b-28

 

01_26_15327348_212869539164035_9216008360374893044_n

Annunciata
Icona dipinta da Lorenza P. durante il corso con il maestro Ivan Polverari – 2015

 

Quarta settimana d’Avvento – Venerdì 9 dicembre

Signore, chi abiterà nella tua tenda?
Chi dimorerà sulla tua santa montagna?

Colui che cammina senza colpa,
pratica la giustizia
e dice la verità che ha nel cuore,

Salmo 14 (15), 1-2

 

01_27_saint-francois-dassise-parlant-oiseaux-fresque-basilique-inferieure-san-francesco-assise-italie-testez-connaissances-animaux-biblenotre_0_730_567

Predica agli uccelli
affresco del Maestro di S. Francesco 1253
Basilica inferiore di San Francesco, Assisi

 

Quarta settimana d’Avvento – Sabato 10 dicembre

Ho trovato Davide, mio servo,
con il mio santo olio l’ho consacrato.
Su di lui non trionferà il nemico
né l’opprimerà l’uomo perverso.

Egli mi invocherà: «Tu sei mio padre,
mio Dio e roccia della mia salvezza».
Io farò di lui il mio primogenito,
il più alto fra i re della terra.

Gli conserverò sempre il mio amore,
la mia alleanza gli sarà fedele.
Stabilirò per sempre la sua discendenza,
il suo trono come i giorni del cielo.
Salmo 88 (89), 21, 23, 27-30

 

01_28_4dee57f0dfd377a6e8c485d6a8e46fbf

Re Davide
affresco, XI secolo
Karanlik Kilise (Chiesa scura), Cappadocia, Turchia.

 

Quinta domenica d’Avvento – Domenica 11 dicembre

Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Gv 1, 6-8

 

Battesimo di Gesù
icona dipinta da Giovanni Raffa e Laura Renzi
pala dell’Oratorio di Stanco, Grizzana Morandi (BO)
https://m.youtube.com/watch?v=zxMR-iD39ao

 

Quinta settimana d’Avvento – Lunedì 12 dicembre

Egli vide la loro angustia,
quando udì il loro grido.
Si ricordò della sua alleanza con loro
e si mosse a compassione, per il suo grande amore.

Salvaci, Signore Dio nostro,
radunaci dalle genti,
perché ringraziamo il tuo nome santo:
lodarti sarà la nostra gloria.

Rendete grazie al Signore, perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.
Benedetto il Signore, Dio d’Israele,
da sempre e per sempre.

Salmo 105 (106); 44-45, 47, 1, 48a

 

01_30_400px-praying_hands_-_albrecht_durer

Mani giunte in preghiera
di Albrecht Durer 1508-9
Museo Albertina, Vienna

 

Quinta settimana d’Avvento – Martedì 13 dicembre

Allora i farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come coglierlo in fallo nei suoi discorsi. Mandarono dunque da lui i propri discepoli, con gli erodiani, a dirgli: “Maestro, sappiamo che sei veritiero e insegni la via di Dio secondo verità. Tu non hai soggezione di alcuno, perché non guardi in faccia a nessuno. Dunque, di’ a noi il tuo parere: è lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?”. Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, rispose: “Ipocriti, perché volete mettermi alla prova? Mostratemi la moneta del tributo”. Ed essi gli presentarono un denaro. Egli domandò loro: “Questa immagine e l’iscrizione, di chi sono?”. Gli risposero: “Di Cesare”. Allora disse loro: “Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio”. A queste parole rimasero meravigliati, lo lasciarono e se ne andarono.
Mt 22, 15-22

 

01_31_53

Solido di Giustiniano II
moneta VII secolo

 

Quinta settimana d’Avvento – Mercoledì 14 dicembre

Così dice il Signore:
Ecco, cambierò la sorte delle tende di Giacobbe
e avrò compassione delle sue dimore.
Sulle sue rovine sarà ricostruita la città
e il palazzo sorgerà al suo giusto posto.
Vi risuoneranno inni di lode,
voci di gente in festa.
Li farò crescere e non diminuiranno,
li onorerò e non saranno disprezzati;
i loro figli saranno come un tempo,
la loro assemblea sarà stabile dinanzi a me,
mentre punirò tutti i loro oppressori.
Avranno come capo uno di loro,
un sovrano uscito dal loro popolo;
io lo farò avvicinare a me ed egli si accosterà.
Altrimenti chi rischierebbe la vita
per avvicinarsi a me?
Oracolo del Signore.
Voi sarete il mio popolo
e io sarò il vostro Dio.
Ger 30, 18-22

 

01_32_traditio_legis_vat_sarco

Sarcofago Traditio Legis
metà IV secolo
Vaticano

 

Quinta settimana d’Avvento – Giovedì 15 dicembre

Si è sempre ricordato della sua alleanza,
parola data per mille generazioni,
dell’alleanza stabilita con Abramo
e del suo giuramento a Isacco.

L’ha stabilita per Giacobbe come decreto,
per Israele come alleanza eterna,
quando disse: “Ti darò il paese di Canaan
come parte della vostra eredità”.

Ha dato loro le terre delle nazioni
e hanno ereditato il frutto della fatica dei popoli,
perché osservassero i suoi decreti
e custodissero le sue leggi.

Salmo 104 (105); 8-11, 44-45

 

01_33_20160426_171056-1-1

Particolare del Sarcofago dell’Annona
280 d.C. circa
Museo nazionale romano, sezione Palazzo Massimo alle Terme
foto di Lorenza P. – aprile 2016

Per info sul sarcofago:
https://it.wikipedia.org/wiki/Sarcofago_dell’Annona

 

Quinta settimana d’Avvento – Venerdì 16 dicembre

Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati”.

Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
a lui sarà dato il nome di Emmanuele,
che significa Dio con noi. Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.

Mt 1, 18b-24

 

01_34_san-giuseppe-e-lemmanuele-767x1576

San Giuseppe e l’Emmanuele
dipinta da Mara Zanette
27X56 tempera all’uovo su tavola
collezione privata
eseguita per il 3° corso d’iconografia dell’Associazione Iconografica San Giuseppe di Busto Arsizio (VA), 2014.
http://www.marazanette.it/?attachment_id=194

Spiegazione di come è stata realizzata l’icona:
https://www.youtube.com/watch?v=Y6ve0kNQ-xk

 

Quinta settimana d’Avvento – Sabato 17 dicembre

Apparve a lui un angelo del Signore, ritto alla destra dell’altare dell’incenso. Quando lo vide, Zaccaria si turbò e fu preso da timore. Ma l’angelo gli disse: «Non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, e tu lo chiamerai Giovanni. Avrai gioia ed esultanza, e molti si rallegreranno della sua nascita, perché egli sarà grande davanti al Signore; non berrà vino né bevande inebrianti, sarà colmato di Spirito Santo fin dal seno di sua madre e ricondurrà molti figli d’Israele al Signore loro Dio. Egli camminerà innanzi a lui con lo spirito e la potenza di Elia, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti e preparare al Signore un popolo ben disposto».
Lc 1, 11-17

 

01_35_abbazie-d_abruzzo-e-manoppello-_santuario-del-volto-santo_-014

L’annuncio dell’angelo a Zaccaria
Portale dell’Abbazia di S.Giovanni in Venere, Fossacesia, Chieti.

Immagine presa da qui:
http://www.gliscritti.it/gallery3/index.php/album_035/Abbazie-d_Abruzzo-e-Manoppello-_Santuario-del-Volto-Santo_-014

Info sull’Abbazia:
http://www.inabruzzo.it/fossacesia-abbazia-di-san-giovanni-in-venere.html

 

Sesta domenica d’Avvento – Domenica 18 dicembre

L’angelo le disse: “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine”.

Allora Maria disse: “Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola”. E l’angelo si allontanò da lei.

Lc 1; 30-33, 38

 

Annunciazione
miniatura XII secolo
manoscritto del Monastero Dionysiou, Monte Athos

Immagine presa da qui:
http://lubelia.livejournal.com/295737.html

 

Sesta settimana d’Avvento – Lunedì 19 dicembre

L’angelo gli rispose: “Io sono Gabriele, che sto dinanzi a Dio e sono stato mandato a parlarti e a portarti questo lieto annuncio. Ed ecco, tu sarai muto e non potrai parlare fino al giorno in cui queste cose avverranno, perché non hai creduto alle mie parole, che si compiranno a loro tempo”.

Intanto il popolo stava in attesa di Zaccaria e si meravigliava per il suo indugiare nel tempio. Quando poi uscì e non poteva parlare loro, capirono che nel tempio aveva avuto una visione. Faceva loro dei cenni e restava muto.

Lc 1, 19-22

 

01_37_affreschi-zaccaria-muto

Silenzio di Zaccaria
Affresco eseguito da artista siro-palestinese entro il 768
Abside laterale di sinistra della Chiesa di Santa Sofia di Benevento (Patrimonio mondiale dell’umanità).

Info foto e chiesa:
http://www.santasofiabenevento.it/santa%20sofia.html

 

Sesta settimana d’Avvento – Martedì 20 dicembre

Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: “Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto”.
Lc 1, 41-45

 

01_38_casorezzo_57eaca8946282

Visitazione
affresco nell’Oratorio di San Salvatore, Casorezzo (MI)

Info oratorio:
http://iluoghidelcuore.it/luoghi/casorezzo/oratorio-di-san-salvatore/6912

 

Sesta settimana d’Avvento – Mercoledì 21 dicembre

Per Elisabetta intanto si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.

Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccaria. Ma sua madre intervenne: “No, si chiamerà Giovanni”. Le dissero: “Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome”. Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: “Giovanni è il suo nome”. Tutti furono meravigliati. All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio.

Lc 1, 57-64

 

01_39_annunciazione-visitazione-nascita-del-battista-e-imposizione-del-nome-pergamo-di-giovanni-pisano

Annunciazione, Visitazione, Nascita del Battista e Imposizione del nome Giovanni
di Giovanni Pisano 1301-1310
Ambone del duomo di Pisa

Immagine presa da qui:
http://www.foliamagazine.it/wp-content/uploads/2013/06/Annunciazione-Visitazione-Nascita-del-Battista-e-Imposizione-del-nome-Pergamo-di-Giovanni-Pisano.jpg

Info:
https://it.wikipedia.org/wiki/Pulpito_del_duomo_di_Pisa

 

Sesta settimana d’Avvento – Giovedì 22 dicembre

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza
nella remissione dei suoi peccati.
Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio,
ci visiterà un sole che sorge dall’alto,
per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre
e nell’ombra di morte,
e dirigere i nostri passi
sulla via della pace”.
Il bambino cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.

Lc 1,76-80

 

01_40_%d0%b8%d0%be%d0%b0%d0%bd%d0%bd-%d0%bf%d1%80%d0%b5%d0%b4%d1%82%d0%b5%d1%87%d0%b0

San Giovanni
icona del XII secolo
Monastero di Santa Caterina del Sinai, Egitto

 

Sesta settimana d’Avvento – Venerdì 23 dicembre

In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta.
Lc 2, 1-5

 

01_41_meister_der_kahriye-cami-kirche_in_istanbul_005

Censimento per la raccolta delle tasse di Quirino
mosaico 1315-1320
Monastero di Chora, Istanbul

https://it.wikipedia.org/wiki/Censimento_di_Quirinio#/media/File:Meister_der_Kahriye-Cami-Kirche_in_Istanbul_005.jpg

 

Sesta settimana d’Avvento – Sabato 24 dicembre

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: “Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati”.
Mt 1, 18-21

 

01_42_800px-meister_von_castelseprio_001

Sogno di San Giuseppe
affresco seconda metà del X secolo
Santa Maria Foris Portas, Castelseprio (VA)
https://en.wikipedia.org/wiki/File:Meister_von_Castelseprio_001.jpg

 

Natale del Signore – Domenica 25 dicembre

Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.

Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne
né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.

E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.

Gv 1, 9-14

 

01_43_01-jacopo-torriti-the-nativity-of-our-lord-christ-1296-santa-maria-maggiore-rome-italy

Storie di Maria: Natività
mosaico di Jacopo Torriti fine XIII secolo
Basilica di S. Maria Maggiore, Roma

Immagine presa da qui:
https://03varvara.wordpress.com/2011/08/26/jacopo-torriti-the-nativity-of-our-lord-christ-basilica-di-santa-maria-maggiore-roma-italy-1296/

 

Per commentare:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *